Sergio Ramos Lautaro Real Madrid Inter
Approfondimenti

Inter-Real Madrid: tutti i precedenti di una sfida galactica

A ventidue anni di distanza Inter e Real Madrid si ritrovano nello stesso girone. Fra i precedenti anche una finale di Coppa dei Campioni

Inter-Real Madrid non è mai un incontro banale. Una partita che può vantare sedici coppe dalle grandi orecchie in campo e tante leggende che hanno indossato entrambe le maglie in carriera. Basti pensare a giocatori come Ronaldo, Roberto Carlos, Figo e Zamorano, o ai più recenti eroi del triplete nerazzurro Sneijder, Cambiasso e Samuel, nelle file dei galacticos prima di approdare all’Inter. Una sfida sicuramente prestigiosa dunque, ma che mette in palio anche punti fondamentali per l’accesso agli ottavi di finale di Champions League.

Prima di quest’anno, l’ultima occasione in cui le due squadre si sono affrontate risale a ventidue anni fa, quando si ritrovarono come in questa edizione del torneo nello stesso girone. Il bilancio dei risultati fra Inter e Real Madrid in Coppa Campioni prima e in Champions League poi sorride ai nerazzurri, che possono vantare una vittoria in più rispetto alle merengues.

I precedenti in Coppa Campioni e in Champions League

Delle dieci sfide totali nella massima competizione europea, tenendo conto anche del 3-2 con cui i blancos hanno sconfitto i nerazzurri lo scorso 3 novembre, cinque sono state vinte dall’Inter, quattro sono state vinte dal Real Madrid e una è terminata in pareggio.

La prima volta in cui le due squadre si sono affrontate risale al 27 maggio 1964. In quell’occasione Inter e Real Madrid si contesero la finale di Coppa dei Campioni al Prater Stadion di Vienna. Un incontro che vide affrontarsi il mitico Real Madrid di Puskas , Gento e Di Stéfano, già cinque volte campione d’Europa, contro l’Inter di Helenio Herrera, alla prima finale europea della sua storia. I nerazzurri riuscirono a battere per 3-1 quello storico Real Madrid, grazie ad una doppietta di Sandro Mazzola e a un gol di Milani.

Le due squadre si sono poi affrontate in semifinale nell’edizione 1965/66. In quel caso ad avere la meglio nella doppia sfida fu il Real Madrid, che vinse 1-0 in casa e pareggiò 1-1 a Milano. L’Inter si prese comunque la sua rivincita l’anno successivo, con una doppia vittoria (1-0 a Milano, 0-2 a Madrid) nei quarti di finale di Coppa dei Campioni.

Inter e Real Madrid devono poi aspettare quattordici anni per sfidarsi ancora nel più prestigioso dei tornei calcistici europei. Nel 1981 si affrontano nuovamente in semifinale. All’andata i madrileni si impongono per 2-0. Non basta l’1-0 a San Siro per permettere ai milanesi di raggiungere la finale. Vittoria per 2-0 del Real Madrid anche nell’edizione 1998/99, quando le due squadre si ritrovano nello stesso girone di quella che ormai è diventata la UEFA Champions League. Nella sfida di ritorno giocata a San Siro i nerazzurri vinceranno per 3-1, nella partita ricordata come “la notte in cui a Baggio vennero i cinque minuti”. Il Divin Codino segnò in 7 minuti una strepitosa doppietta che mise al tappeto gli spagnoli.

A distanza di ventidue anni sono di nuovo nello stesso girone. Nella gara di andata non è sicuramente mancato lo spettacolo, con i blancos che hanno vinto per 3-2 dopo 90 minuti giocati ad altissimi livelli da entrambe le squadre. Spettacolo che ha sempre contraddistinto questa sfida tra due delle squadre più importanti d’Europa e di certo non mancherà nemmeno questa sera a San Siro.

Conte: “Come una finale”

L’Inter ha bisogno di punti per approdare agli ottavi di finale di Champions League. Con una vittoria contro il Real Madrid rimetterebbe in discussione le sorti del proprio girone e ridarebbe entusiasmo all’ambiente. Di quanto sia importante questa partita lo sa bene Antonio Conte. Il tecnico nerazzurro ha caricato i suoi nella conferenza stampa prima della partita, motivandoli a scendere in campo come se dovessero giocare una finale. I numeri e la storia sono dalla sua parte, visto che proprio in finale di Coppa dei Campioni l’Inter per la prima volta mise ko il Real Madrid.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *