Delusione Romelu Lukaku Inter
Approfondimenti

Inter, avvio di Serie A negativo: solo 11 punti in sei giornate

Brutto inizio di Serie A per l’Inter, che rispetto alla passata stagione ha sette punti in meno. Per Conte è il secondo peggior inizio, dopo la prima annata con il Chelsea

Avvio di stagione negativo per l’Inter di Conte, che dopo sei gare di campionato si ritrova al sesto posto in classifica, a quota 11 punti. Troppo pochi per una squadra costruita per vincere sin da subito. Numeri non esaltanti per quanto riguarda la fase difensiva dei nerazzurri, che hanno subito ben 10 reti in questo inizio di campionato. Per Conte, è il secondo peggior inizio della propria carriera di allenatore in un top club. Infatti, nel primo anno al Chelsea aveva racimolato solo 10 punti nelle prime sei giornate di Premier League. Stagione, peraltro, poi finita con la vittoria finale dei blues.

Difesa dell’Inter da rivedere, troppi i gol subiti

Il principale punto di debolezza dell’Inter è sicuramente la fase difensiva. Sono 10 i gol presi dalla formazione nerazzurra in sei gare di Serie A, in evidente difficoltà quando è l’ora di difendere. Se si confrontano i numeri dello scorso anno con quelli attuali, è possibile registrare una grandissima involuzione del pacchetto arretrato. A questo punto della stagione, infatti, i nerazzurri avevano subito soltanto due reti (peraltro entrambe in trasferta) contro Cagliari e Sampdoria.

Adesso, invece, la storia è totalmente cambiata. Il numero dei gol è salito a 10, con l’unica porta inviolata ottenuta nella trasferta di Genova contro il Grifone. A questi 10 si aggiungono anche le due reti subite in Champions League alla prima giornata contro il Borussia Mönchengladbach. Numeri negativi, che all’Inter non si vedevano dalla stagione  2011/12, quando con la gestione di Gasperini prima e Ranieri poi i nerazzurri subirono 13 reti nelle prime sei giornate di Serie A (più altre tre durante le prime due giornate di Champions).

La classifica di Serie A a confronto con la scorsa stagione dopo 6 giornate

Flop Inter: i perché di questa involuzione

I sette punti in meno rispetto allo scorso anno – 18 punti dopo sei partite – sono dovuti per vari motivi, sia tecnici che tattici. La difesa dell’Inter ha subìto, innanzitutto, un sostanzioso restyling sia per modo di giocare che per alcune facce nuove. I nerazzurri, infatti, giocano molto più alti con i due difensori laterali che accompagno molto l’azione offensiva. Che sia Kolarov o Bastoni da un lato, oppure D’Ambrosio o Skriniar dall’altro, i nerazzurri tengono la linea molto alta, cercando di alzare sempre più il baricentro della squadra.

L’altra faccia della medaglia di questo nuovo schema difensivo, è ovviamente l’obbligo di dover correre all’indietro per molti più metri rispetto all’anno passato. Dettaglio non da poco e per adesso letale per l’Inter. Inoltre, le varie assenze relative agli infortuni o alla positività dei tamponi, hanno costretto Conte a rimodellare quasi continuamente il suo pacchetto arretrato. Mai, infatti, in questo di inizio di annata, il trio Skriniar, de Vrij e Bastoni ha potuto esibirsi al completo.

L’avvio negativo dell’Inter è stata una doccia fredda anche per i tantissimi fantallenatori, che hanno puntato sui difensori nerazzurri per sperare in qualche bonus. Fin adesso gli unici a salvarsi sono stati Hakimi e D’Ambrosio, già in rete entrambi. Male, invece, tutto il resto con de Vrij, Bastoni e Skriniar – ancorati alla loro mediocre sufficienza – e soprattutto Kolarov, che ha una fanta media di 4.83.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *