Antonio Conte Inter
Interviste

Atalanta-Inter 1-1, Conte: “Squadra senza furore agonistico? Bevete meno vino”

Finisce 1 a 1 tra Atalanta e Inter. A fine gara Conte è polemico con chi critica la sua squadra

L’Inter ottiene il suo secondo pareggio consecutivo in campionato dopo quello della scorsa giornata contro il Parma a San Siro. A Bergamo, i nerazzurri disputano una buona partita contro un’ostica Atalanta. Dopo il vantaggio iniziale di Martinez, la squadra di Conte si fa raggiungere nel finale grazie alla rete orobica di Miranchuk. A fine gara, il tecnico nerazzurro ha analizzato il match ai microfoni di Sky Sport.

Le dichiarazioni di Antonio Conte nel post gara di Atalanta-Inter

È un Antonio Conte stizzito quello che si presenta ai microfoni al termine della gara della sua Inter al Gewiss Stadium contro la Dea. Il tecnico salentino, infatti, punge chi giudica la sua squadra poco combattiva e grintosa: A chi afferma che questa squadra ha tra i suoi difetti quello di avere poco furore agonistico, rispondo che dovrebbero tenere meno vino a tavola“.

L’Inter è apparsa una squadra in ripresa rispetto alle ultime prestazioni offerte tra Serie A e Champions League. A Bergamo – soprattutto tra la fine del primo tempo e l’inizio della ripresa – i nerazzurri hanno fatto vedere delle trame di gioco interessanti che le hanno permesso di portarsi in vantaggio. Ai ragazzi di Conte è mancato soltanto il cinismo giusto negli undici metri, così come afferma lo stesso tecnico: “Già a Madrid la squadra aveva dimostrato netti miglioramenti. Ci manca l’istinto killer per riuscire a unire alla prestazione il raggiungimento del risultato. Abbiamo affrontato questa gara con sei assenze per Covid, ma nonostante ciò i ragazzi hanno fatto bene sotto tutti i punti di vista. Sperò che gli impegni con le nazionali non creino problemi ai miei giocatori“.

Conte esalta la sua squadra e fa i complimenti all’Atalanta

La squadra nerazzurra, dopo un periodo di stasi, sta ritornando a far vedere quanto di buono aveva fatto registrare nelle prime uscite stagionali. Conte, però, vede un progresso ancora più netto e non soltanto inerente a questa stagione: Nel giro di un anno l’Inter è cresciuta tanto e sia in Italia che in Europa è tornata a far paura. Per poterci togliere qualche soddisfazione in più, dobbiamo migliorare nella gestione della gara, soprattutto quando andiamo sopra. Con questa Atalanta non era facile. Se fino a qualche anno fa questa era la classica squadra operaia con cui bisognava giocare con l’elmetto in testa, oggi non è più così“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *