Sanchez Verona-Inter
Calciomercato Inter

Inter, è fatta per Alexis Sanchez: acquistato a titolo definitivo

Trattativa conclusa per il cileno che resterà in nerazzurro per le prossime tre stagioni e sarà utilizzabile da Conte già per l’Europa League

C’è l’accordo col Manchester United per trattenere a Milano Alexis Sanchez. La trattativa è stata velocizzata dall’incombenza della fase finale di Europa League, nella quale – senza esito positivo dell’operazione – l’Inter sarebbe stata privata dell’attaccante cileno e avrebbe avuto a disposizione solo Lukaku e Lautaro Martinez.

Infatti gli inglesi – in corsa anche loro per l’Europa League – non ne hanno voluto sapere di prolungare il prestito oltre il 5 agosto. Sanchez quindi sarebbe stato a disposizione di Conte solo per l’ottavo di finale contro il Getafe, dopo di che avrebbe dovuto far ritorno a Manchester in attesa degli sviluppi futuri. Le pressioni del tecnico interista e la forma del cileno hanno accelerato l’accordo.

Alexis Sanchez: i dettagli dell’acquisto

Alla fine l’Inter non pagherà nessun indennizzo al Manchester United. La richiesta dei Red Devils era di 15 milioni di euro per l’acquisto dell’attaccante cileno, con i nerazzurri che chiedevano uno sconto visto anche l’elevato ingaggio del calciatore (15 milioni annui). Alexis Sanchez arriverà all’Inter a parametro zero. Infatti i suoi agenti stanno definendo con gli inglesi la risoluzione del contratto.

Una volta siglata la risoluzione, potrà firmare il nuovo contratto con l’Inter: triennale da sette milioni di euro a stagione. Quindi ingaggio dimezzato e quasi spalmato su tre stagioni, ma con la sicurezza di essere considerato al centro del progetto tecnico nerazzurro.

La stagione di Sanchez in nerazzurro

L’inizio dell’avventura all’Inter non è stata semplice per l’attaccante cileno a causa di molti problemi fisici. La partita che sembrava averlo ritrovato sui livelli a cui il calcio italiano era abituato è stata quella contro la Sampdoria nel girone d’andata: gol nel primo tempo ed espulsione ad inizio secondo tempo. Da lì è iniziato il calvario di Sanchez che è stato costretto a saltare quattro mesi interi.

Si è rivisto in campo ad inizio febbraio contro l’Udinese e nel secondo tempo del derby vinto in rimonta. Ma il lockdown hanno rimandato tutto di altri tre mesi. È qui che ha iniziato a far vedere tutte le sue caratteristiche tecniche che l’hanno fatto arrivare ai vertici del calcio mondiale. Dalla ripresa del campionato ha messo a segno tre gol e sette assist, meglio di lui in Europa solo Calhanoglu e Messi.

In totale nel primo anno – che ancora deve concludersi con la fase finale di Europa League – Alexis Sanchez con la maglia dell’Inter ha messo insieme 29 presenze (15 da titolare) con quattro gol segnati e dieci assist forniti ai compagni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *