Conferenza Antonio Conte
Interviste

Roma-Inter, Conte: “Soddisfatto di come sta andando. Calendario folle”

Antonio Conte al termine della partita contro la Roma si è infuriato davanti ai microfoni per il calendario che sta complicando la vita ai nerazzurri

L’Inter contro la Roma aveva la possibilità di accorciare ulteriormente sulla vetta e di portarsi a -3 dalla Juventus che deve ancora giocare contro la Lazio. La squadra nerazzurra non ha però approfittato ed è uscita solamente con un pareggio dall’Olimpico di Roma. Antonio Conte nell’intervista post partita si è detto rammaricato della situazione del calendario che a suo modo di vedere penalizza l’Inter. Ha comunque apprezzato gli sforzi dei suoi, che nonostante il grande dispendio di energie stanno lottando contro la Juventus per provare a complicargli le cose.

Calendario folle per metterci in difficoltà

Conte senza mezze misure si dimostra arrabbiato a causa del calendario, che per lui penalizza la sua squadra: “Il nostro calendario è folle, un calendario fatto per metterci in difficoltà. Le squadre con cui abbiamo giocato hanno sempre avuto un giorno in più di riposo, queste cose alla lunga le paghi. C’è un’anomalia strana. Se volete essere onesti vedete cosa è successo nell’ultimo turno. Gli orari li sceglie la Lega? Si vede che noi non eravamo presenti quando hanno stilato i calendari. Per noi è un calendario folle, altri hanno 5 giorni di riposo”.

Come cambia la classifica dopo la 34^ giornata di Serie A

Per l’allenatore salentino se c’è una squadra da penalizzare, quella è sempre l’Inter e proprio per questo ci tiene a sottolineare la grande disponibilità dei suoi ragazzi che si stanno dimostrando encomiabili: “Sarà strana questa cosa, se tirano uno schiaffo lo tirano all’Inter. E’ stato in passato così e lo è anche tuttora. Se andate a vedere nell’ultima giornata è successo qualcosa di incredibile. E per questo dico che i ragazzi sono encomiabili e sostengono ritmi incredibili. Veniamo a Roma, pareggiando contro una squadra ottima, siamo a meno 5 dalla Juve”.

Il primo gol della Roma da annullare

Antonio Conte nell’intervista post partita è un fiume in piena ed è contrariato pure sulla decisione di non annullare il primo gol della Roma: “Non è una situazione dubbia. Io l’ho vista chiaramente. Il giocatore della Roma non prende la palla, prende il calcagno di Lautaro. Anche gli arbitri comunque sono sotto pressione e non voglio attaccarmi a situazioni, non è giusto e non lo meritano. Di Bello ha sbagliato. Certo se non prendi quel goal rimani 1 a 0 ed entri nella ripresa con un altro spirito. Nello spogliatoio all’intervallo eravamo arrabbiati perché sentivamo di aver subito un qualcosa di ingiusto”.

Stagione nel complesso positiva

Il tecnico salentino appare soddisfatto della stagione della squadra, mettendo la stagione nerazzurra a paragone con le altre squadre top: Al di là del secondo posto, siamo in Champions e la Roma era partita con i nostri stessi obiettivi come il Milan, come il Napoli. Ci si scorda questo, il campionato italiano è diventato molto competitivo. Il prossimo anno qualcuno starà fuori in Champions: se si parla di campionato sotto le righe per noi, non immagino per chi non ha centrato l’obiettivo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *