Lautaro Martinez Inter
Interviste

Inter, parla Lautaro: “Il mio obiettivo è dare il 110% per il club”

Lautaro Martinez è stato intervistato prima della partita con la Fiorentina e ha parlato del suo inizio di carriera e del periodo all’Inter

È stato uno dei giocatori più chiacchierati nel periodo della sospensione del campionato poiché il Barcellona ha mostrato un forte interesse nei suoi confronti. Lautaro Martinez è alla sua seconda stagione all’Inter ed ha mostrato il suo valore con 13 reti e 5 assist in 31 apparizioni in campionato. Prima del match con la Fiorentina, è stato intervistato nel Match Programm in cui ha dichiarato come è nata la sua passione per il calcio e il suo rapporto con Conte.

“Sono nato difensore”

Lautaro racconta come si è sviluppato il suo grande amore per questo sport: “Inizialmente giocavo a basket ma la passione per il calcio me l’ha trasmessa mio padre ed è sbocciata quando sono entrato per la prima volta in uno spogliatoio. Il mio primo ruolo è stato quello del difensore perché ero attento alla costruzione del gioco, poi un allenatore mi ha spostato in attacco ed ho sentito per la prima volta la bellezza di segnare una rete”.

Da quel momento diventa un grande giocatore tanto da esordire a 18 anni con il Racing Club e la sua bravura è data da un atteggiamento positivo: “Ho imparato sin da piccolo che ci vogliono delle qualità per essere un calciatore che ho sempre coltivato: non arrendersi mai, concentrazione massima, dare tutto in campo e aiutare i propri compagni”.

Il periodo all’Inter

Nell’estate del 2018 arriva all’Inter per una cifra di 25 milioni di euro ma nella prima stagione trova davanti a sé capitan Icardi e quindi ha meno spazio, poi l’addio dell’argentino e l’arrivo del nuovo allenatore cambiano tutto: Conte mi ha dato tanta fiducia e ciò è molto importante per un calciatore perché lavora molto sulla mentalità. Ogni giorno fa in modo che possiamo crescere e per questo lo apprezzo tantissimo”.

La voglia di Lautaro si nota quando gli viene chiesto quale sia la sua partita migliore: “Quando scendo in campo voglio sempre dare di più rispetto alle volte precedenti quindi per me è difficile scegliere quale gara mi sia rimasta nel cuore. A livello di gol credo che i più belli siano stati quello a Dortmund e in amichevole contro l’Atletico Madrid nel 2018.

Infine blocca tutte le voci di mercato con una dichiarazione perentoria: Cerco di dare il 110% per l’Inter, per le persone che amano questo club e per la maglia nerazzurra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *