Antonio Conte allenatore Inter
Conferenze

Inter-Fiorentina, Conte saggio: “Per crescere guardiamo alla Juventus”

Il tecnico nerazzurro nella conferenza stampa prima della partita contro i viola: “Il traguardo di quest’anno era la zona Champions, ma l’obiettivo è vincere lo scudetto”

L’Inter tornerà in campo mercoledì sera per affrontare la Fiorentina, dopo il pareggio nel finale ottenuto contro la Roma – e la vittoria della Juventus contro la Lazio – che ha chiuso definitivamente la corsa allo scudetto in favore dei bianconeri.

Conte ha fissato gli obiettivi per il futuro dei nerazzurri, indicando la via da seguire per arrivare al vertice: “La Juventus è la migliore, e se vuoi crescere devi cercare di guardare ai migliori e imparare da loro. In Italia stanno dominando da anni – nono scudetto consecutivo – ed è davanti agli altri in maniera importante. L’Inter deve cercare di migliorare: l’ambizione del club è raggiungere ogni anno la Champions League e diventare sempre più competitivi per provare a vincere lo scudetto.

“Quando affronti l’Inter c’è sempre una motivazione in più”

Dopo un’analisi del futuro interista, gli occhi e il pensiero del tecnico leccese tornano al presente che è rappresentato dalla partita contro la Fiorentina: “Stiamo parlando di una squadra che si è ritrovata in una posizione di classifica in maniera incredibile. La rosa è ottima, c’è Iachini che sta facendo un buon lavoro. Sono salvi e tranquilli, ma quando affronti l’Inter c’è sempre una motivazione intrinseca“.

Conte continua aggiungendo che ci saranno delle rotazioni nelle fila interiste: “Farò delle valutazioni, abbiamo giocato tanto in questi giorni. Faremo delle rotazioni, vista anche la tranquillità che abbiamo per la qualificazione in Champions League raggiunta”.

“Le squadre avevano imparato a limitarci”

Nella seconda parte della stagione e con l’arrivo di Christian Eriksen, Conte ha iniziato a valutare sempre di più il cambio di modulo. Il passaggio al 3-4-1-2 dal 3-5-2 è arrivato nelle ultime partite dopo il lockdown, principalmente per favorire l’inserimento negli schemi del danese: Il trequartista ci dà la possibilità di essere più imprevedibili. Segniamo tanti gol ma rischiamo di più, portiamo tanti giocatori in area e abbiamo più soluzioni offensive. I giocatori sono contenti di questo. Ormai le squadre avevano imparato a limitarci”.

Tutto su Inter-Fiorentina: orario, probabili formazioni e dove vederla in tv

Infine chiusura su Sensi, fustigato dagli infortuni dopo un ottimo inizio di stagione e adesso fuori causa da metà giugno per una distrazione al bicipite femorale dopo aver giocato pochissimi minuti nella semifinale di Coppa Italia contro il Napoli: “Ha ricominciato a correre, saranno prese le giuste precauzioni, contiamo di averlo per la parte finale di questa stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *