delusione Lautaro Martinez Inter
Approfondimenti

Inter, le due facce di Lautaro Martinez in questa stagione

Lautaro Martinez è stata una sorpresa nell’Inter di questa stagione ma dopo la sospensione del campionato qualcosa è cambiato nel giocatore

Per tre mesi i tifosi interisti hanno sognato come coppia di attacco nerazzurra Lukaku-Dzeko ma alla fine il bosniaco non è arrivato. Conte, che inizialmente non vedeva titolare, decide di schierare Lautaro Martinez a fianco del belga poiché Sanchez è arrivato gli ultimi giorni di mercato e non era pronto per partire dall’inizio. Da quel momento la LuLa è diventato il marchio di fabbrica dell’Inter con i due attaccanti che si completano a vicenda. Poi la pandemia ha fermato tutto e, prima di ripartire, le voci di mercato hanno destabilizzato l’argentino che sembra essere un altro giocatore da quando il campionato è ricominciato.

Lautaro Martinez prima della sospensione

L’attaccante ex Racing Club si è inserito subito negli schemi di Conte segnando alla seconda di campionato contro il Cagliari ma è soprattutto in Champions dove si è visto il vero Toro con cinque reti segnate in sei partite che purtroppo non hanno portato l’Inter agli ottavi di finale della competizione europea. In Serie A prosegue tutto per il meglio – tranne per l’espulsione contro i sardi – con undici reti in 22 partite – media gol di 0,5 – una marcatura segnata ogni 152 minuti e 76 giri di orologio a partita. Poi l’Italia è stata colpita dal coronavirus e il calcio decide di fermarsi perché non è più sicuro a livello di salute continuare

Lautaro Martinez dopo la ripartenza

L’attaccante dell’Inter, durante la quarantena e la sospensione del campionato, viene accostato più volte al Barcellona, squadra che lo corteggia ormai da qualche mese. L’Inter però non si vuole privare di uno dei suoi migliori giocatori e quindi chiede al club blaugrana la clausola rescissoria da 111 milioni stipulata al momento della firma del contratto di Lautaro. La società di Bartomeu ci pensa ma quando viene inserito il Fair Play Finanziario spagnolo, deve abbandonare le sue mire sull’argentino.

Nel frattempo la Serie A è finalmente ricominciata però Martinez non sembra più quello di inizio stagione: 2 gol in 9 match – media reti 0,22 – una marcatura ogni 304 e solo 67 minuti in media a partita con il rigore sbagliato contro il Sassuolo. Il Toro sembra non avere più le corna per attaccare gli avversari ma deve riprendersi se vuole mantenere la titolarità di fronte a Sanchez che è in forma smagliante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *