Radja Nainggolan
Interviste

Inter, Nainggolan spera nel ritorno: “Mi piacerebbe lavorare con Conte”

In un’intervista Nainggolan dimostra ancora il proprio apprezzamento verso l’Inter ed elogia Antonio Conte come persona. Non manca la stoccata alla Juventus

Durante una live su Twitch, una piattaforma streaming per gamer, Radja Nainggolan viene intervistato da giocatori professionisti di FIFA che lo aiutano a ripercorrere tutta la sua carriera. Sono stati toccati molti punti tra cui il rapporto con Conte, la rivalità con la Juventus e i momenti migliori da calciatore.

“Conte è schietto e diretto”

Dopo aver disputato in una stagione all’Inter – 36 partite, 7 gol e 3 assist – Nainggolan viene ceduto in prestito al Cagliari per dei dissapori con la società. Il centrocampista belga però ha sempre apprezzato Conte che lo voleva già ai tempi del Chelsea: “Mi sarebbe piaciuto lavorare con lui, amo le persone chiare e lui dice le cose in faccia. Quando una persona è schietta, non posso che averne rispetto”.

Nel continuo dell’intervista si è trattato del suo rapporto con la Juventus, chiarendo il proprio punto di vista: “Non è vero che la odio. Semplicemente amo le sfide e quindi non voglio stare con i più forti. Mi piace prendere una squadra e portarla in alto”. Questo suo spirito si sta vedendo in questa stagione con il Cagliari che, grazie ai suoi 5 gol e 5 assist in 21 partite di Serie A, può giocarsi l’Europa League fino all’ultima giornata

La carriera di Nainggolan

Le domande seguenti hanno trattato dei momenti della carriera di Nainggolan, passando dai gol ai suoi successi: “Credo che il mio gol più importante sia stato quello contro il Napoli al 93′ perché ci ha permesso di rimanere attaccati ai partenopei, però il più bello quello contro la Spal. Invece il momento più entusiasmante è stato il passaggio del turno contro il Barcellona. Era una cosa impossibile che abbiamo fatto diventare realtà: anche per chi ha vinto una Premier come Dzeko e Kolarov è stato indimenticabile”.

Il centrocampista belga ha anche parlato dell’ottimo rapporto con Totti con il quale ha vissuto quattro stagioni a Roma: “È una persona fantastica, ha sempre la battuta pronta e questo mette di buon umore tutto lo spogliatoio”.

Infine ha decretato il suo erede“Barella, fa pochi gol ed assist però è il giocatore che fa girare gli altri dieci”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *