Hakimi Borussia Dortmund
Calciomercato Inter

Chi è Achraf Hakimi, il terzino destro ad un passo dall’Inter

Alla scoperta di Achraf Hakimi, il laterale destro di spinta che ha fatto impazzire mezza Europa e che ha l’accordo per andare all’Inter

Sembrava un sogno ma Marotta e Ausilio lo hanno reso realtà. L’Inter è vicinissima ad acquistare Achraf Hakimi, terzino destro classe ’98 di proprietà del Real Madrid, che ha stregato mezza Europa con la sua tecnica e la spinta sulla fascia. La cifra su cui si baserebbe l’accordo è di 40 milioni più 5 di bonus mentre al calciatore andrebbero 5 milioni all’anno. I dettagli sono da ultimare ma la trattativa si potrebbe chiudere presto.

Chi è Achraf Hakimi

Nato a Madrid il 4 novembre 1998 da genitori marocchini, Hakimi cresce nelle giovanili dei blancos. Nel 2016 viene portato da Santiago Solari nel Real Madrid Castilla che milita in seconda divisione, esordisce con i professionisti il 20 agosto e segna la sua prima e unica rete della stagione al Fuenlabrada.

La prima partita con il Real Madrid la gioca nel 2017 nel match vinto per 2-0 contro l’Espanyol e 16 giorni dopo esordisce in Champions League contro il Tottenham. Il 9 dicembre segna la sua prima rete nella Liga contro contro il Siviglia e conclude la stagione con la vittoria del Mondiale per Club e della Champions League, senza però giocare nessuna finale. L’11 luglio 2018 viene ufficializzato il suo passaggio al Borussia Dortmund in prestito biennale ed è in Germania che esplode, mostrando le sue qualità e diventando oggetto del desiderio di molti club europei.

Decide di giocare per la nazionale marocchina nonostante sia nato in Spagna e esordisce a soli 17 anni nell’amichevole contro il Canada. Impiegherà quasi un anno per mettere a segno la sua prima rete e lo fa contro il Mali per la qualificazione ai mondiali del 2018. Da quel momento diventa punto fermo del Marocco e giocherà tutte e tre le partite della Coppa del Mondo in Russia, uscendo però alla fase ai gironi. Viene convocato anche per la Coppa d’Africa in cui il Marocco esce agli ottavi contro il Benin ai calci di rigore.

Achraf Hakimi: ruolo e statistiche

Il ruolo naturale di Hakimi è di terzino destro. Al primo anno a Dortmund ha giocato spesso anche come laterale basso di sinistra ma successivamente la sua posizione è stata avanzata nei quattro di centrocampo, con la difesa a tre messa in campo da mister Favre.

Alla sua prima stagione da professionista in seconda divisione spagnola gioca 28 partite, segnando un gol e fornendo ben 8 assist. Con la prima squadra del Real Madrid totalizza solo 9 gettoni con due reti e per farlo crescere viene ceduto al Borussia Dortmund in prestito.

Il suo impatto con il campionato tedesco è molto forte, segnando alla sua prima presenza contro il Norimberga e chiudendo la stagione con 21 presenze, due gol e quattro assist. Viene notato da tutta Europa nel match dei gironi di Champions League contro l’Atletico Madrid quando fornisce tre passaggi decisivi ai propri compagni. L’esplosione definitiva avviene in questa annata quando arriva a 10 assist stagionali e quattro reti nella massima competizione europea, di cui due proprio all’Inter nella rimonta da 2-0 per i nerazzurri.

Come giocherebbe l’Inter con Hakimi

Le sue qualità di spinta lo portano a scoprire molto la sua posizione in difesa. Per questo motivo Favre è passato al 3-4-3, lasciando più libero il giocatore marocchino di attaccare. Sarebbe l’esterno perfetto per il 3-4-1-2 di Conte che cerca proprio le caratteristiche di Hakimi per quel ruolo, anche se dovrà migliorare la fase difensiva.

3-4-1-2: Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; HAKIMI, Barella, Brozovic, Young; Eriksen; Lautaro, Lukaku

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *