joao-mario-lokomotiv-mosca
Calciomercato Inter

Inter, Joao Mario verso il ritorno: la Lokomotiv non può permetterselo

Il centrocampista portoghese sembrava aver trovato la sua dimensione in Russia, ma le dichiarazioni del presidente Mescheriakov complicano il riscatto

Non c’è pace per Joao Mario. Arrivato nel 2016 dallo Sporting Lisbona per 40 milioni di euro – più 5 di bonus – dopo un Europeo conquistato da protagonista in Francia, il portoghese non ha mai regalato particolari gioie con la maglia dell’Inter. Nelle sue 69 apparizioni in nerazzurro spalmate su due stagioni e mezza, infatti, sono arrivate soltanto quattro reti e 13 assist in tutte le competizioni.

Il lusitano, però, in questa stagione è andato in prestito alla Lokomotiv Mosca, dove ha dato segnali di rinascita con prestazioni di carattere: tra campionato russo e Champions fin qui ha messo insieme 15 presenze, condite da quattro assist e un gol contro l’Akhmat Grozny.

Le parole del presidente della Lokomotiv Mosca allontanano Joao Mario

Evidentemente non abbastanza per il presidente del club russo Anatoly Mescheriakov, che ad un quotidiano nazionale ha dichiarato: Dobbiamo tirare la cinghia, arriveranno tempi duri. Ecco perché non possiamo permetterci più di acquistare Krychowiak e Joao Mario contemporaneamente. Otto giocatori lasceranno la squadra, che rinnoveremo con i giovani e le riserve”. L’esperienza russa del centrocampista sembra dunque vicina al capolinea. Soprattutto se si considera che Krychowiak fin qui ha realizzato 10 gol e cinque assist stagionali.

Il riscatto del portoghese è fissato a 18 milioni, che per un giocatore che solo qualche anno fa sembrava un astro nascente del calcio mondiale non sarebbe certo un costo eccessivo. Soprattutto dopo la presentazione in pompa magna e le parole di stima che aveva speso per lui il direttore sportivo dei Ferrovieri, Andrei Losiuk: “A noi Joao Mario serviva non solo come nome ma anche in termini di esperienza e qualità. Non solo è un grande giocatore ma anche un esempio molto positivo per tutti i nostri giovani. Giocatori che trattano la palla come lui ce ne sono pochi. Sembra abbia la colla sui piedi, fa quello che vuole“.

Il ritorno all’Inter

Se, come sembra, Joao Mario dovesse tornare all’Inter, è da escludere che Conte voglia trattenerlo in rosa. L’ex Sporting Lisbona – che a fine stagione peserà a bilancio ancora circa 13 milioni di euro – non rientra nei piani tecnici del mister e sarà compito di Marotta trovargli una nuova squadra, con l’obiettivo principale di risparmiare quantomeno sull’ingaggio, visto che il portoghese percepisce circa 5,5 milioni lordi fino al 2022. Certo, in un calciomercato morigerato come si profila essere quello post-Coronavirus sarà quasi un’impresa cederlo a titolo definitivo, perciò un nuovo prestito potrebbe essere un compromesso accettabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *