victor-osimhen-lille
Calciomercato Inter

Chi è Victor Osimhen: il giovane attaccante nigeriano nel mirino dell’Inter

Il Lille respinge tutte le offerte, ma i nerazzurri rimangono in agguato qualora Lautaro Martinez decidesse di andare via

Victor Osimhen potrebbe lasciare il Lille a fine stagione. Gli ammiratori in giro per l’Europa sono parecchi e tra le italiane ha messo gli occhi su di lui l’Inter, che nell’eventualità di un affondo deciso del Barcellona per portare Lautaro Martinez in Catalogna, dovrà cercare un sostituto all’altezza dell’argentino. In attesa dell’apertura del mercato estivo, le squadre lavorano sottotraccia e cercano di farsi strada, nonostante la crisi dovuta al Coronavirus imponga cifre al ribasso rispetto al recente passato. Il valore stimato dal Lille per il suo attaccante è di 80 milioni di euro.

La squadra francese finora ha rifiutato tutte le offerte arrivate per Osimhen, probabilmente per far lievitare il prezzo, ma c’è la volontà del calciatore di andare via dal Lille. Se Lautaro decidesse di lasciare Milano, i nerazzurri avrebbero la liquidità necessaria per pareggiare o superare le offerte delle altre big.

I 10 attaccanti più pagati nella storia della Serie A

Chi è Victor Osimhen

Victor Osimhen è un attaccante nigeriano classe ’98, in forza al Lille. Arriva in Europa con i tedeschi del Wolfsburg, che gli fanno firmare un pre-contratto prima di compiere 18 anni. Con la maggiore età si trasferisce in Germania, dove però non mostra il suo potenziale, e viene mandato in prestito per la stagione successiva ai belgi dello Charleroi. Nella stagione 2018/19 in Belgio esplode, collezionando 19 gol in 34 presenze. Nell’estate del 2019 viene acquistato dai francesi del Lille per 13 milioni di euro. Ha già esordito nella nazionale maggiore nigeriana, prima di compiere 18 anni, collezionando quattro gol in dieci presenze.

Victor Osimhen: ruolo e statistiche

Victor Osimhen è un centravanti potente, alto 185 cm. Finora ha dato il meglio di sé giocando come punta centrale, ma all’occorrenza si adatta anche a giocare su uno dei due lati dell’attacco, vista anche la sua velocità. Gli addetti ai lavori lo paragonano per caratteristiche tecniche e fisiche a Didier Drogba. Dopo una prima stagione avara di soddisfazioni in Germania col Wolfsburg, collezionando solo 12 presenze con zero gol e appena 274 minuti totali giocati, si fa notare l’anno successivo in Belgio.

Al Lille, nella stagione in corso – che in Francia è già terminata causa Coronavirus – in 27 presenze in Ligue 1 ha messo a referto 13 gol e cinque assist. Bottino che aumenta considerando le tre reti in cinque presenze in Champions League e altre tre reti in sei apparizioni nelle coppe nazionali.

Inter deve fronteggiare l’assalto inglese

In Italia è seguito da Inter, Milan e Atalanta, con i nerazzurri in vantaggio rispetto alle altre due lombarde per quanto riguarda la disponibilità economica attuale a cui si aggiungerebbe l’eventuale somma ricavata dalla cessione di Lautaro al Barcellona. L’Inter però deve guardarsi le spalle soprattutto dalle squadre della Premier League: Chelsea, Liverpool e Manchester United su tutti.

Secondo alcune indiscrezioni, il giocatore preferirebbe le destinazioni inglesi all’Italia. Come confermato dal suo stesso agente, a causa del razzismo: “Inter? Assolutamente no, non c’è nulla. Non credo possa completare il suo percorso di crescita in Italia, dove c’è un problema importante: il razzismo“. Difronte ad offerte maggiori – anche in termini di stipendio – e garanzie tecnico-tattiche migliori, le carte in tavola potrebbero però cambiare da un momento all’altro in favore dell’Inter.

Calcio e Coronavirus: cosa succede se non riprende la Serie A

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *